La capra è un animale con notevoli capacità di adattamento sia a regimi alimentari molto diversi sia a condizioni climatiche o ambientali che risulterebbero proibitive per le altre razze.
Ma ciò che rende uniche le capre è, senza alcun dubbio, la caratteristica frugalità che le contraddistingue e permette loro di diffondersi, facilmente, in tutto il mondo.

Capre e alimentazione

Per gli allevatori è fondamentale curare, con estrema attenzione, ogni singolo aspetto dell’alimentazione delle proprie capre in quanto esistono diversi tipi di allevamento:

  • da latte
  • da carne
  • da riproduzione

e, a ognuno di essi, corrisponde una differente tipologia di nutrizione.

Un altro elemento da tenere in considerazione per una corretta alimentazione delle capre è legato alla temporalità che cambia in base a:

  • la stagione
  • la presenza o meno di erba fresca
  • la necessità di integrare il pascolo con un mangime adatto.

Prima di analizzare le numerose variabili, cerchiamo di capire le peculiarità di questo animale unico nel suo genere!

Le evoluzioni fisiche delle capre

Questo animale è un ruminante e, grazie alle caratteristiche fisiche sviluppate nel corso dei secoli, ha la capacità di assumere un’alimentazione molto flessibile.

La capra ha sviluppato una grande capacità di adattamento al territorio, raggiungendo anche cibo meno appetibile o più difficoltoso da recuperare.
Non a caso, numerosi allevamenti caprini sono diffusi soprattutto in montagna!
Altro aspetto importante è che anche le risorse vegetali qualitativamente più scarse riescono, perfettamente, a soddisfare le necessità nutrizionali delle capre.
In buona sostanza, da sempre, questi animali si sono adeguati alle aree in cui vivevano.
E come?
Riuscendo ad accaparrarsi le erbette più nascoste o complicate da raggiungere e cercando di assorbire gli elementi nutritivi anche quando questi scarseggiano!

Tali capacità si sono sviluppate insieme ai cambiamenti fisici delle capre:

  1. la mobilità del labbro superiore rende la loro bocca particolarmente prensile;
  2. l’elevata attività masticatoria e la secrezione salivare riducono sensibilmente le dimensioni delle particelle alimentari delle erbe, rendendole altamente digeribili;
  3. l’intestino, particolarmente lungo, limita l’assorbimento di acqua in favore delle sostanze nutrizionali delle erbette.(fonte: noisiamoagricoltura.com)

Queste caratteristiche anatomiche fanno in modo che la capra sia in grado di alimentarsi anche con cibi poveri dal punto di vista nutrizionale e di abbeverarsi con poca acqua, trattenendo agevolmente i pochi liquidi assunti.
Dunque possiamo tranquillamente affermare che le capre siano, tra i ruminanti, quelle che sopravvivono meglio in condizioni di carenza vegetativa, adattandosi senza problemi all’ambiente in cui vivono!

Le capre al pascolo

I pastori e gli allevatori conducono le capre al pascolo quasi tutto l’anno per assicurare ai propri animali la nutrizione più salutare, rispettando le tempistiche di Madre Natura!

Ma come si comportano le capre al pascolo?
Questi animali svolgono una notevole attività motoria, rispetto agli altri ruminanti domestici, per la loro continua ricerca di specie vegetali più gradite e delle parti di piante qualitativamente migliori.

Cosa mangiano le capre?

La selezione di cibo inizia dalle erbette più appetitose, mangiate per prime, per poi passare a quelle un po’ meno appetibili che vengono, comunque, consumate per completare la loro alimentazione.
Il pasto giornaliero delle capre è composto da:

  • graminacee (fieno, frumenti e grani)
  • erbe miste selvatiche
  • un piccola parte di leguminose che servono ad apportare le proteine necessarie.

Osservando questo tipo di regime alimentare appare come una dieta povera di proteine. Ma non è assolutamente così!
La capra seleziona accuratamente solo gli apici fogliari, i giovani germogli e i fiori delle graminacee che le consentono di innalzare il contenuto di proteina digeribile.
Anche perché, di fatto, le leguminose appesantiscono il processo digestivo!

Inoltre, l’agilità e la curiosità tipiche di questo animale gli permettono di cercare gli alimenti più adatti al proprio nutrimento anche compiendo lunghi e, a volte, pericolosi percorsi per ottenerli.
Non è raro, infatti, ammirare delle coraggiose caprette arrampicarsi su irte rocce per mangiare prelibati arbusti e germogli dai rami più alti degli alberi!

E per quanto riguarda la Girgentana?
Cosa comprende la dieta della nostra tanto amata capretta?
Scopriamolo insieme!

L’alimentazione della capra Girgentana

Anche per la nostra azienda è fondamentale seguire, con grande cura e attenzione, tutti gli aspetti dell’alimentazione delle nostre caprette.
Infatti, per assicurarci che la dieta delle capre Girgentane sia completa, preferiamo farle pascolare alternativamente su terreni incolti e su appezzamenti di nostra proprietà che abbiamo seminato con orzo, sulla e altre erbe utili.
La sulla in particolare è importantissima per il nostro gregge, soprattutto grazie al suo elevato contenuto di zucchero e proteine.

Ma sapevi che, nelle aree più selvatiche o boschive, le nostre caprette sono davvero utilissime?
Di fatto si trasformano in “decespugliatori a quattro zampe”, meglio delle macchine tosaerba!
Sui terreni incolti, infatti, le capre:

  1. “puliscono” il suolo da piante infestanti
  2. liberano i pascoli da arbusti e rovi
  3. evitano la formazione di strati di erba secca.

Inoltre preferiscono nutrirsi di erbe spontanee aromatiche, come il finocchietto selvatico e il cardo mariano.
Pertanto le piogge stagionali sono essenziali sia per le coltivazioni che crescono rigogliose sia per le piante spontanee che prosperano facilmente.
Quindi è fondamentale che il meteo si mantenga mite ma non troppo secco.

In aggiunta, dopo il pascolo, le capre Girgentane trovano solitamente in stalla:

  • fieno
  • fave
  • avena
  • orzo
  • carrubbe.
Photo by Daniel Hansen on Unsplash

Tutti questi prodotti sono secchi e acquistati da aziende partner che producono, come facciamo noi, in rigoroso regime biologico.
Così le nostre caprette, pur rimanendo animali dall’anima frugale, riescono sempre a saziarsi e a nutrirsi in modo completo e corretto!

Altro aspetto determinante nell’alimentazione delle capre è l’utilizzo che si fa del loro latte.
Effettivamente nel tipico allevamento caprino e, in particolare, nelle aziende biologiche il latte non è destinato al consumo fresco ma alla trasformazione casearia.
Proprio per questo motivo, la razione alimentare non è finalizzata solo all’aumento delle produzioni ma, soprattutto, per fornire un prodotto di alta qualità e una resa casearia soddisfacente.

Le capre selezionano con cura gli alimenti (nutrendosi anche di differenti parti della stessa pianta), preferiscono i foraggi molto fibrosi e hanno una notevole potenzialità di immagazzinamento delle riserve di liquidi.
Come avrai capito, le notevoli capacità di adattamento della capra a regimi alimentari molto diversificati la rendono un animale previdente e quindi molto prezioso per il suo allevatore!