“Il ponte sul fiume Kwai”: l’originale ricetta del food blogger Calogero Rifici 

Calogero Rifici è membro attivo dell’Accademia del Peperoncino, fa parte della delegazione Slow Food di Livorno ed è un appassionato estimatore dei nostri prodotti! 
Infatti questa estate, durante una degustazione a L’Angolo del Buongustaio di Livorno, ha avuto modo di assaggiare quattro dei nostri formaggi di Capra Girgentana: Cinniri, Minnuzzi, Lavanda e Ficarra.
Proprio quest’ultimo lo ha ispirato nella creazione de “Il ponte sul fiume Kwai”, una ricetta vegetariana molto particolare che potrai trovare anche nel suo interessante blog di cucina “Peperoncini e Dintorni” su Giallo Zafferano.
Calogero Rifici ha intuito che il nostro Ficarra, grazie alla sua dolcezza e cremosità, si prestava alla perfezione per la preparazione di un risotto particolarmente originale.
Così per le “ricette di celluloide” raccolte nel suo blog ha scelto di abbinare il nostro formaggio morbido affinato in foglie di fico ai tanto amati e selezionati peperoncini!

Ingredienti

(per 4 persone)

  • 320 g di riso carnaroli riserva San Massimo
  • 120 g di Ficarra
  • 250 g di songino verde
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • 3 cucchiaini di the matcha
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla
  • 1 scalogno grosso
  • 1 peperoncino Thai Dragon
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.

Preparazione

  1. Prepara il brodo vegetale con carota, cipolla, sedano, un pizzico di sale e un peperoncino Thai Dragon.
    Lascia cuocere per un’oretta e, dopo aver eliminato tutte le verdure, tieni in caldo.

  2. Lava, pulisci e taglia finemente il songino.
    Scegli e usa solo la parte verde perché dona un sapore un po’ amarognolo, anche se non troppo.

  3. Pulisci e taglia finemente lo scalogno, lascialo stufare insieme al songino in padella  con un poco di olio.
    Quando è pronto, metti tutto da parte e nello stesso tegame tosta il riso.

  4. Dopo una leggera tostatura, sfuma il riso con il vino e poi inizia a cuocere con il brodo.
    10 minuti dopo aggiungi il the matcha, lo scalogno e il songino stufati.
    Amalgama e aggiusta di sale e pepe.

  5. Appena il riso è cotto, toglilo dal fuoco e mantecalo con il Ficarra.
    Servi il risotto vegetariano guarnendo con il ponte e alcuni alberi di songino.

Ingredienti per 4 ponti

  • 120 g di esubero
  • semola q.b.
  • sale q.b.
  • semi di sesamo nero
  • olio extravergine di oliva q.b.

Preparazione

  1. Dividi l’esubero, fai 4 palline da 13 grammi e stendi con della semola per evitare di far attaccare l’impasto.
    Dovrai creare delle strisce da 4 centimetri circa di larghezza e 22 centimetri di lunghezza.

  2. Emulsiona un cucchiaio di sale in quattro di olio extravergine di oliva, spalma sopra le strisce, crea i binari e le traversine con dei semi di sesamo nero.
    Con il resto dell’esubero forma i sostegni del ponte.

  3. Metti tutto in forno a 180° per circa 15 minuti.
    È fondamentale tenere d’occhio la cottura perché questi piccoli ponti ci mettono un attimo a bruciarsi!

Se vuoi osservare nel dettaglio tutti gli step di questa particolare ricetta vegetariana e scoprire cosa ha ispirato il suo originalissimo nome, troverai tutte le informazioni su:   https://blog.giallozafferano.it/peperonciniedintorni/il-ponte-sul-fiume-kwai/.
Dopo aver provato a cucinare il goloso risotto con il Ficarra di Girgentana di Calogero Galifi, ti invitiamo a condividere la tua preparazione!